Crack 2009. Fumetti dirompenti al Forte Prenestino

crack on card 2009

Amanti del fumetto che sa evadere i confini del genere e delle sue continue contaminazioni con writing, musica, animazione, espressione corporea, narrativa… preparatevi perché il virus di Crack! è qui a Roma e ci resterà per i prossimi 4 giorni.

Da oggi al lunedì 21, CRACK! Fumetti Dirompenti, Festival Internazionale di fumetti e arte disegnata e stampata, edizione CRACK ON sbarca al Forte Predestino, per contagiare e contaminare appassionati e curiosi con la sua valanga di novità, ospiti e progetti da seguire e ai quali partecipare.

Crack! non seleziona. È autoconvocato e autorganizzato attraverso la mailing list: animate@inventati.org. Soprattutto nasce e si sviluppa come un networking dove incontrarsi, conoscersi, scambiare esperienze e attivare collaborazioni.

Ospiti e affezionati crescono ad ogni edizione stuzzicati dal fermento creativo assicurato da tanto trasversalità. Per questa quinta edizione che ha scelto per la sua cartolina i meravigliosi corvacci dei Fratelli Guedin (nella foto), arrivano i Dernier Cri dalla Francia, il collettivo croato Komikaze, Sasa Zograf, Gordana Basta e Nina Bunjevac dalla Serbia, le edizioni svedesi Kolik e C'est bon, artisti di Chilicomcarne dal Portogallo, collettivi di disegnatori, autori ed editori indipendenti da Francia, Irlanda, Sud Africa, insieme a artisti, fumettisti e writer dediti al fumetto indipendente italiano.

Da non perdere, i workshop di serigrafia con i berlinesi Czentrifuga e Mike Goes West da Lisbona o il seminario sulle tecniche di travestimento della designer israelo-spagnola Noa Reshef con tanto di performance dimostrativa nella quale si vestirà e svestirà con abiti disegnati da lei.

Le installazioni multimediali dei Tazas project, quelle di 2501 o di Paul Alosi che cura la sezione di installazioni pensate appositamente per il festival o le installazioni dei bolognesi Caccadura nella serata di sabato Atomic Queers on Crack.

Ancora, la lunga maratona dedicata alla stop-motion insieme a The King of Pongo Stefano Argentero o il progetto web/tv dei Littlepills tv e la presentazione del libro "Italia Underground" con il Duka, Philopat, Angelo Mastrandrea .

Insieme ad una colonna sonora in stile con l’evento, che conta anche la presenza dei francesi Gangpol & Mit, dediti all’arrangiamento di pezzi elettro su animazioni geniali, in linea con l’idea di interconnessione arriva il progetto CRACK BOX / hosting comics per la formazione di un server indipendente che ospiti la rete degli autori di Crack.

Per il programma dettagliato di tutti e quattro i giorni vi rimando al sito dell’evento e mi raccomando oltre a non mancare, passate parola.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: