Gita fuori porta: a Camerata Nuova per la sagra del raviolo

Con il caldo che tiene in scacco la città, non si vede l’ora che arrivi il weekend per scappare da asfalto e cemento e dirigersi verso luoghi più freschi. Se volete evitare i carnai delle spiagge vicino Roma e magari assaggiare qualcosa di nuovo che arricchisca la conoscenza delle vostre papille, abbiamo quello che fa per voi: la sagra del raviolo cameratano a Camerata Nuova. L’appuntamento è per domenica mattina dalle 11 alle 18 in piazza Roma, dove verranno serviti incessantemente piatti di questa magnifica pasta ripiena preparata a mano secondo la ricetta tradizionale e con tanta buona ricotta ovina locale. Oltre a questa, comunque, il menu completo prevede anche carne alla brace, contorni vari e una bella varietà di dolci tipici della zona.

Tutto questo e molto altro lo potrete gustare nel piccolo centro immerso nel verde e nella frescura dei Monti Simbruini, quasi al confine tra il Lazio (ma siamo ancora nella provincia di Roma) e l’Abruzzo. Si tratta di una località di quasi montagna (800 m) d’insediamento relativamente recente, che risale alla meta dell’Ottocento, quando l’abitato si spostò in seguito al terribile incendio che distrusse completamente l’originale borgo medievale di cui restano soltanto pochi ruderi. Ecco perché Camerata Nuova.

Non abbiamo quindi, da segnalarvi, percorsi storici o culturali, ma certo naturalistici sì: con un po’ di fatica, ripagata dalla vista dell’incredibile panorama, potrete fare un’escursione fino all’altopiano di Camposecco, un pianoro carsico che è stato anche set di parecchi film del genere spaghetti-western tipo i capitoli di Trinità-Terence Hill.

Ovviamente non dista molto neppure il Parco regionale dei Monti Simbruini, che è la riserva più grande del Lazio. Camerata Nuova è proprio uno dei 7 Comuni che lo compongono. Nell’area potrete ammirare soprattutto lecci, noccioli, castagni e faggi, mentre dal punto di vista animale, è segnalata presenza del lupo appenninico e addirittura dell’orso marsicano, ma è assai più probabile che vediate cinghiali e volpi, con un po’ di fortuna l’elegante capriolo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail