Marina Cicogna, Aristotele Onassis, Silvana Mangano, Gianni Agnelli, Jeanne Moreau e gli altri

Marella Agnelli e Carlo Caracciolo

Dopo il debutto parigino, è ora possibile visionare alcuni scatti dell’album personale della ‘fotografa occasionale’ nonché grande produttrice cinematografica Marina Cicogna, attraverso la mostra Marina Cicogna «Scatti e Scritti», ospitata dall’Accademia di Francia a Villa Medici, in Viale Della Trinità Dei Monti 1.

Ottanta scatti che mostrano ed evocano momenti salienti della vita di Marina Cicogna e delle sue frequentazioni abituali, con Aristotele Onassis, Silvana Mangano, Gianni Agnelli, Maria Callas, Audrey Hepburn, Jeanne Moreau… corredati di poche righe nostalgiche e suggestive.

L’esposizione getta uno sguardo sulla poliedrica e appassionata personalità di una donna allevata alla settima arte sin dalla tenera età, Nipote del conte Volpi, ex governatore in Libia e fondatore nel 1932 del primo Festival Cinematografico della storia (il Festival di Venezia, Coppa Volpi) ...

Scatti e Scritti di Marina Cicogna
Cecil Beaton Florinda Bolkan Aristotele e Cristina Onassis_Silvana Mangano Jeanne Moreau e Tony Richardson

... produttrice di successi cinematografici italiani e francesi del calibro di Belle de Jour, Indagini su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, La classe operaia va in paradiso, Teorema, Medea, C'era una volta il West, Una stagione all'inferno, Il cerchio rosso, il Conformista, Ultimo tango a Parigi, Portiere di notte…

Fotografie che hanno anche il pregio di mostrare il jet set di allora, attraverso lo sguardo di chi lo frequentava, lo conosceva sotto tanti aspetti e fotografava da vicino. Non a caso l’allestimento delle foto e della sala hanno beneficiato della collaborazione dello scenografo italiano Dante Ferretti, premio oscar e molto amico della produttrice.

Il catalogo trilingue (italiano, francese e inglese), pubblicato da Electa, è corredato dell’introduzione di Frédéric Mitterrand e dei testi di Dacia Maraini, Jeanne Moreau e Calvin Klein.

La mostra è visitabile tutti i giorni dalle 11 alle 19, escluso il lunedì, fino al 3 luglio e con lo stesso biglietto si può dare un'occhiata anche agli schizzi, vignette, caricature e bozzetti burleschi e satirici della mostra «Ettore Scola-disegni», tanto per rimanere in tema.

  • shares
  • Mail