Febbre suina: sui 37 casi italiani, 6 nel Lazio

influenza suina

Sono saliti a 37 il numero totale di casi positivi alla febbre suina in Italia. Lo comunica in una nota il Ministero del Welfare precisando che "sono stati confermati oggi pomeriggio altri due casi di positività alla nuova influenza umana A/H1N1 in Italia. Si tratta di una donna di 30 anni rientrata a Bologna da New York, via Parigi, il 29 maggio scorso. La donna al momento dell'arrivo in Italia accusava sintomi influenzali ed alterazione della temperatura. Il 30 maggio si è recata in ospedale dove è stata visitata e inviata in isolamento domiciliare per il trattamento. Le sue condizioni di salute sono buone".

Il penultimo caso, il sesto nel Lazio, si riferisce "ad una giovane donna tornata a Roma dagli
Stati Uniti che ha accusato sintomatologia influenzale ed è stata visitata e trattata in un ospedale romano. Attualmente le sue condizione di salute sono buone". Va ricordato che il quinto caso è un uomo di 43 anni rientrato da New York a Roma Fiumicino ed è stato visitato il 1 giugno in ospedale. Al momento è in isolamento domiciliare per il trattamento. Le sue condizioni di salute sono buone e non destano preoccupazione".

Ricordando che il primo caso di febbre suina riguarda una donna di 19 anni di Viterbo, rientrata da Pittsburg negli USA il 24 maggio con volo New York-Roma; che il secono e terzo caso sono infezioni secondarie da contatto con il primo caso. E che il quarto si riferisce a un uomo di 32 anni, rientrato da Montreal a Roma il 30 maggio. Date per buone le condizioni di salute di tutti loro, al momento in isolamento domiciliare, occorre sottolineare che in alcuni Paesi il virus continua a diffondersi a macchia d'olio. Secondo l'Oms "il mondo è ad un passo dalla fase 6 della pandemia".

Foto | Flickr.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: