La settimana dei Municipi. Quattordici al ballottaggio, centrosinistra in vantaggio

E' una sfida aperta, quella per le presidenze dei Municipi della Capitale, che - oltre a una cospicua presenza al femminile - hanno visto comunque per ora un vantaggio di voti ai candidati di centrosinistra, con poche eccezioni, come il Municipio XV, Cassia.

Nel Municipio XV infatti, il candidato di centrodestra che andrà al ballottaggio, Gianni Giacomini (Pdl) supera con un 45.2% delle preferenze lo sfidante di centrosinistra Daniele Torquati, che si attesta al 30.6%.

Per il resto, il distacco è minimo solo nel Municipio XIII (Boccea) e al Municipio IX, Eur-Torrino, mentre negli altri quartieri della Capitale effettivamente il centrosinistra appare in netto vantaggio sugli avversari.

Come avviene nel Municipio I, con Sabrina Alfonsi, che ha ottenuto il 47.4% dei voti in confronto al 29.3% del candidato di centrodestra Sergio Marchi.

Forte anche il distacco, nel Municipio IV (Tiburtino) fra Emiliano Sciascia e l'esponente di centrodestra Giovanni Ottaviano, così come, nel VII, fra la presidente uscente Susi Fantino (46.3%) e lo sfidante di centrodestra Fulvio Giuliano (27.1).

Netta anche la differenza, all'Ostiense (Municipio VIII) fra Andrea Catarci, minisindaco uscente, e lo sfidante di centrodestra Andrea Baccarelli, mentre le differenze si assottigliano in Municipio XIII (Boccea) fra Valentino Mancinelli, di centrosinistra, fermo al 39.4%, e lo sfidante Daniele Giannini (37.6%).

Così come situazione incerta al Municipio IX, Eur-Torrino, fra Andrea Santoro di centrosinistra (39.2%) e Paolo Pollak di centrodestra (33.5%).

Unica eletta e che non andrà al ballottaggio Cristina Maltese (Pd) nel Municipio XII, Gianicolense-Monteverde, che ha ottenuto il 50.1 delle preferenze.

Foto | Getty

  • shares
  • Mail