Roma Critical Mass Interplanetaria - Ciemmona 2013 pedala dal 31 maggio al 2 giugno

I tempi sono maturi per una chiamata alle bici per la Critical Mass Intergalattica 2013, Ciemmona se preferite, l'importante è ricordare che da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno a Roma c'è una buona ragione per pedalare tutti insieme.

Ciemmona Roma 2013

Pratiche, ecologiche, salutari, tutti i giorni a tutte le ore e con ogni condizione metereologica (anche quando nevica), le biciclette che un tempo attraversavano i vicoletti della città eterna, e tutte quelle strade che portano a Roma, stanno lentamente tornando un mezzo di trasporto 'ideale' per tutte le età, per andare ovunque, anche senza percorsi ciclabili sicuri, un piano di ciclabilità o leggi in grado di tutelare il ciclista urbano.

Le occasioni di pedalare tutti insieme in città non mancano, ma la prossima dal 31 Maggio al 2 Giugno merica la vostra presenza, per festeggiare una nuova edizione di quella Critical Mass Interplanetaria, Ciemmona, che pedala per un presente e un futuro più sostenibile, e porta a Roma mezzi di locomozione senza motore di ogni genere, dalle biciclette ai tricicli, dai pattini agli skateboard, in tandem o tall-bike, e se al momento ne siete sforiniti, magari perché arrivate da troppo lontano, basta contattar “accomodation@ciemmona.org” per inoltrare una richiesta di bici e un posto per il Campeggio.


? ? ... La bici è l'unica speranza per l'umanità condannata al traffico e all'infelicità … Ritorna la Ciemmona, ritorna la Ciemmona raduno intergalattico di biciclette a roma, ritorna la Ciemmona, ritorna la Ciemmona, prerati, prerati, preparati, questa è la volta buona... ? ?

Il ciclista ultraottantenne in sella alla bici centenaria del padre, che ogni tanto incontro lungo il mio ciclocammino, rischia di essere uno con più anni a pedali, e non mancheranno certo di allenamento i quattro ragazzi partiti il 18 maggio da Firenze a bordo di un risciò, ma per partecipare alla Ciemmona basta la voglia di pedalare in armonia con il prossimo, abbigliamento a festa e stravante per farsi notare meglio.

L'appuntamento con il compleanno della Critical Mass Roma, parte venerdì 31 maggio dalle 18:30 da Piazza Vittorio, per avventurarsi in città lungo un percorso deciso all'istante dalla testa della massa!

Sabato 1 giugno si ri-parte alle ore 16 dall'Auditorium. A seguire cena e serata DANS LA RUE al CSOA ExSnia.

Domenica si pedala fino a Ostia e al mare, partendo alle 1:30 da Piazzale Ostiense, mi raccomando non lasciate a casa sorriso e costume da bagno, che se questo tempo matto ci assiste...

A ogni appuntamento o tutti potete venire da soli, con la vostra consueta compagnia, o univirvi ai gruppi che si stanno organizzando, trovate segnalati sulle pagina facebook della Ciemmona, come quello dell'Associazione Ciclonauti/Ciclofficina Centrale, e siete invitati a segnalare on line.

Se per caso la vostra bici ha bisogno di una messa a punto ma non avete gli strumenti e le conoscenze per farlo, il Cyclocamp organizzato dalla Rete delle Ciclofficine popolari di Roma, con i meccanici delle cicloffcicine d’europa e del mondo, insegna anche come farlo fino al 2 giugno, mettendo a disposizione il giardino del centro sociale eXSnia per piantare le tende, in modo gratuito.

    Dal lontano maggio 2004, Critical Mass è un incontro casuale di ciclisti in un luogo concordato, non esiste un percorso stabilito, non esistono leader, non esistono regole, ma per una migliore riuscita dell’evento abbiamo individuato una serie di comportamenti che permettono alla Massa Critica di ottenere il massimo di visibilità e di attenzione, di creare consenso e di evitare incidenti di qualsiasi tipo.

    Si tratta di LINEE GUIDA, semplici indicazioni sempre suscettibili a critica e revisione.
    La cosa più importante è essere sempre gentili e sorridenti con gli automobilisti. Non litighiamo. Rispondiamo sempre in modo gentile anche se gli automobilisti sono arroganti e maleducati verso di noi. Cerchiamo sempre una soluzione pacifica se ci dovessero essere degli automobilisti che suonano o escono dalle macchine per litigare.

    La Critical Mass è aperta a tutti: non solo ai ciclisti. Sono benvenuti pattinatori, skaters, monopattini, pedoni…Il percorso di massima viene definito in mailing-list e durante la riunione informale prima della partenza. Variazioni possono essere apportate dal gruppo di testa per ragioni di viabilità o di psicogeografia. Il gruppo di testa è sempre estemporaneo e cambia continuamente durante il percorso: se si hanno idee di percorso si propongono durante il tragitto.

    In linea di massima si evita di insistere troppo su strade ad alta viabilità (es. Lungotevere) e si prevedono anche passaggi all’interno di isole pedonali.
    E’ importante non insistere troppo su strade come il lungotevere o la tangeziale, perché nessuno ci vede quando siamo nascosti in queste grandi arterie stradali, mentre noi vogliamo far vedere quante biciclette sono scese in strada per la Ciemmona!

    Si mantiene un comportamento corretto con gli automobilisti: si spiegano le motivazioni (magari con flyer o volantini) e si usa l’ironia. Se un automobilista è particolarmente iroso si evitano ulteriori discussioni e lo si lascia passare in sicurezza. Il nostro nemico sono le automobili e non gli automobilisti.

    Il gruppo si mantiene il più possibile compatto: chi è davanti ricordi che non tutti i partecipanti sono ciclisti professionisti, chi è dietro cerchi sempre di ricucire le “fughe”. La compattezza del gruppo rende chiara l’iniziativa e l’inutilità del sorpasso di un singolo ciclista.

    Si cerca di rispettare la segnaletica stradale, ma non a prezzo di spezzare il gruppo
    Si lasciano sempre passare i mezzi di soccorso con le sirene accese.

    Non si invadono le corsi preferenziali riservate ai mezzi pubblici.

    Si cerca sempre di lasciar passare gli autobus e di essere comprensivi con i taxi. La vivibilità delle città passa per un maggiore utilizzo dei mezzi pubblici che quindi non vanno penalizzati.

    In caso di incidente stradale si evitano assembramenti. Restano sul posto il ciclista colpito e un paio di testimoni per la constatazione dei danni e l’eventuale ricorso ai vigili urbani. Il gruppo aspetta il tempo necessario per capire l’evolversi della situazione accostando poco più avanti. Solo se è chiaro ed evidente che non ci saranno problemi ulteriori per il ciclista incidentato si riprende la corsa, lasciando sul posto il ciclista e i testimoni…

    In caso di problemi con la polizia si resta in “massa” evitando inizative personali.
    La CM è colorata: l’uso di cartelli, maschere, palloncini, campanelli, strumenti musicali, fumogeni, dischi volanti e quant’altro è altamente consigliato.

    Non esistono volantini ufficiali. L’unico volantino ufficiale è quello che puoi fare tu…

    Qui i volantini con le linee guida pronti per la stampa. Anche qui.

… solo coloro che sono abbastanza folle da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero...se avete ancora dubbi questo spot è per voi, ci vediamo in bici

Tutti in biciletta


E se piove insieme ai palloncini colorati portiamo l'ombrello ;D

Tutti in biciletta

Via | Facebook

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail