Little Tony è morto - 24mila baci per un cuore matto

Il cuore matto, matto da legare di Little Tony non ha retto più alla malattia (un cancro ai polmoni), che gli ha tolto per sempre il respiro.

Il cittadino della Repubblica di San Marino (con i genitori di Chiesanuova), al secolo Antonio Ciacci, che da 72 anni viveva in Italia senza averne mai richiesto la cittadinanza, dal 2007 è cittadino onorario della città di Tivoli, dove è nato, e qualche anno fa durante un tour in Canada sopravvisse ad un infarto, si è spento questa sera nella clinica Villa Margherita di Roma, dove era ricoverato da tre mesi, e ormai in coma.

I nostri 24mila baci, come quelli cantati per la prima volta con Adriano Celentano e arrivata seconda al Festival di Sanremo del 1961, sono per il ragazzo con il ciuffo alla Elvis made in Italy, che ha regalato all'immaginario di generazioni quel rock'n'roll all'italiana che riderà per sempre, insieme al Profumo di mare diventato sigla per la Love Boat televisiva, e Canzoni a tempo di twist seguite da parecchio musicarello.

Un Cuore matto per tornare a passeggio nella Roma del 1967, con Tony e il film musicale dall'omonimo titolo. Per i cuori matti e un po' tristi, i funerali saranno giovedì al Divino Amore, ma ... non finisce qui...

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail