La grande bellezza di Sorrentino da Roma e Cannes

La Grande bellezza di Paolo Sorrentino, è pronta a svelare la faccia e l'anima della capitale seducente e deprimente, al cinema dal 21 maggio 2013.

Con lo sguardo acuto e poetico che lo contraddistingue, Paolo Sorrentino ci regala un punto di vista impietoso su La Grande bellezza di una città eterna e complessa, immorale e indifferente, seducente e decadente, che splende di una bellezza inafferrabile e cela lo squallore dell'uomo miserabile.


É tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore, il silenzio e il sentimento, l'emozione e la paura, gli sparuti, incostanti sprazzi di bellezza e poi lo squallore disgraziato.

La grande bellezza di Sorrentino

Lasciate le stanze romane della politica italiana più oscura e inquietante, che hanno ospitato Il Divo Giulio Andreotti, l'affiatato sodalizio Sorrentino-Servillo si rinnova e sposta nella babilonia 'potente e decadente', vacua e deprimente, di criminali d'alto bordo e dame dell'alta società, corrotti e intellettualoidi, che si aggira nei salotti buoni, dalle ville decadenti alle terrazze condonate, sotto gli occhi annacquati di gin tonic di un giornalista disincantato cultura alta e mondanità

Il protagonista sessantacinquenne Jep Gambardella (Tony Servillo), trasferitosi a Roma all’età di 26 anni è scrittore affermato e di successo bloccato però al suo ultimo best seller da anni. Allo scoccare del suo sessantacinquesimo compleanno, presa consapevolezza dell’ormai perduta gioventù, torna alla scrittura ispirato dai “vecchi” valori raccontando del vortice di mondanità che assorbe, investe e traveste Roma, lo stesso vortice nel quale aveva perso l’ispirazione.

Con gli occhi annacquati di Jin Tonic mostra quei personaggi che per denaro si mettono in mostra il più possibile, si vendono, quasi profanando la loro anima.
Jep racconta della sua vita, delle sue esperienze, di tutto ciò che ha vissuto assieme a quelle persone, dei loro comportamenti, delle loro abitudini e della loro distorta visione della realtà. Di come tutta la fatica della vita viene travestita in divertimento, di come loro vivano un contesto come Roma, e di come Roma li ospiti al suo interno, indifferente, “come una diva morta”.

Una Roma che nasconde mostruosità, proprio come quella vera, portata in scena d'agosto, con una delle migliori maschere di Toni Servillo, un Carlo Verdone malinconico, affiancati da Sabrina Ferilli, Iaia Forte, Pamela Villoresi, Carlo Buccirosso, Galatea Ranzi, Anna Della Rosa, Giovanna Vignola, Roberto Herlitzka, Massimo De Francovich, Giusi Merli, Giorgio Pasotti, Massimo Popolizio, Isabella Ferrari, Franco Graziosi, Sonia Gessner, Luca Marinelli, Dario Cantarelli, Ivan Franek, Anita Kravos, Luciano Virgilio, Vernon Dobtcheff, Serena Grandi, Lillo Petrolo.

La grande bellezza di Sorrentino

La grande bellezza di Sorrentino


"Cos'è la "grande bellezza" del titolo? Sarebbe troppo facile e tentatore rispondere Roma. Forse, invece, in ultima analisi, la grande bellezza è esattamente questa gigantesca fatica di vivere che a Roma sembra così occulta, sdrucciolevole e insidiosa, proprio perché, alle volte, la vita qui appare per nulla faticosa"
(da "La grande bellezza-Diario del film", di Paolo Sorrentino)

La grande bellezza di Sorrentino

L'attesa è quasi finita, per l'unico film italiano in concorso alla 66ma edizione del Festival di Cannes, La Grande bellezza.

Un film in lizza per la Palma D’oro, con Steven Spielberg Presidente della Giuria, e concorrenti del calibro di Roman Polanski, per un regista già premiato a Cannes, pronto a festeggiare con i piedi per terra ...

"Vincere la Palma d’oro con La Grande Bellezza mi sembra un’ipotesi remota, quest’anno ci sono film di registi importantissimi ... E’ un film sulla decadenza e sulla bellezza di Roma, perchè la decadenza contiene in sè anche la bellezza ... La Dolce Vita di Federico Fellini è un capolavoro, il mio è un film".

La grande bellezza di Sorrentino

La grande Bellezza arriva al cinema il martedì 21 maggio al cinema distribuito contemporaneamente in Italia da Medusa Film, e in Francia distribuito da Pathé, per questa coproduzione Italia?Francia, realizzata da Indigo Film con Medusa, in associazione con Banca Popolare di Vicenza per l'Italia, Babe Films, Pathé e France 2 Cinéma per la Francia.

Per ingannare queste ultime ore di attesa però, le 29 tracce della colonna sonora originale bella come il film, disponibile dal 21 maggio 2013 su etichetta Universal, si può ascoltare in anteprima su Deezer e qui.


La grande bellezza di Sorrentino

  • shares
  • Mail