Calo di visitatori nei Musei di Roma. Successo di Macro e Maxxi

Quali sono i Musei italiani preferiti dai turisti? E la città italiana più visitatada chi è in cerca di capolavori d'arte? Il primo quesito è già più complicato, ma se avete risposto Roma a quest'ultima domanda convinti che la risposta sia scontata siete in errore.

La Capitale non è, al contrario di quel che potrebbe pensare il nostro orgoglio capitolino, la città più gettonata dagli stranieri in visita nel nostro Paese. Per quanto riguarda Roma siamo fuori da podio, decisamente, in quarta posizione. E il monumento in assoluto più visitato in città, e il quarto più visitato a livello nazionale, è Castel sant'Angelo.

A livello nazionale, indovinate: in cima alla lista, abbastanza prevedibile, ci sono i capolavori artistici di Firenze, e in particolare gli Uffizi e il Corridoio vasariano. Poi c'è lei, unica al mondo, Venezia con il Palazzo ducale, seuita da Firenze, ancora una volta, con al Galleria dell'Accademia.

A stilare la classifica e' l'inchiesta annuale esclusiva di Il giornale dell'arte e The new art newspaper sulla base forniti da circa 700 istituzioni museali e dal Sistan, l'Ufficio statistica del ministero per i Beni culturali.

Ma non c'è solo Castel sant'angelo, ma anche – al sesto posto della classifica - Museo centrale del Risorgimento e, al 13esimo e 14esimo posto, rispettivamente Museo e Galleria Borghese e Musei capitolini. Bene anche, in 26esima posizione, il Museo e gli scavi di Ostia antica, mentre al 33mo posto c'è il circuito del Museo nazionale romano.

A parte l'ovvia (vergognosa) considerazione che non tutti noi romani abbiamo visitato tutti questi musei che ricevono il plauso di migliaia di presenze dall'estero, l'altro dato è una certa “disaffezione” per i turisti, nel 2012, per alcuni monumenti che lo scorso anno erano stati più frequentati.

E' crollato ad esempio il Museo dell'Ara Pacis, dalla 28esima alla 40esima posizione, cala dalla 51esima alla 57esima posizione la Galleria d'arte antica di Palazzo Barberini; il Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano, dal 50esimo posto scende al 59esimo

Dieci posizioni perse per la Galleria Doria Pamphilj (da 67 a 77esimo nel 2012), cosi' come il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia (era 80esimo nel 2011, e' 86esimo nel 2012) e il Museo di Villa Torlonia che ha perso 15 posizioni.

La buona notizia è invece sul terreno dell'arte contemporanea: il primato nazionale di visitatori ce l'ha il Macro di Roma, seguito in seconda posizione, sul podio nazionale, dal MAXXI (che non a caso è fra i finalisti del Premio ICOM – Musei dell’anno 2012).

Non va meglio a livello internazionale: il calo dei visitatori italiani, non riscontrato a Parigi, Londra o New York, è visibile anche qui: Roma è solo al 68esimo posto con Castel Sant'Angelo fra i musei più visitati al mondo.

Colpa di prezzi di biglietti troppo alti, scarsa pubblicità o scarsa programmazione di festival o eventi nei poli culturali di riferimento? In parte l'ipotesi potrebbe essere quella visto che il successo del Maxxi, ad esempio, secondo l'inchiesta è dovuto proprio “alle numerose attivita' ed eventi anche nella sede del Mattatoio”.

Via | Dire
Foto | Simone Cecchetti@press Fondazione Maxxi

  • shares
  • Mail