Mostra “Empire State. Arte a New York oggi” al Palazzo delle Esposizioni

Venticinque artisti di diverse generazioni attivi nei cinque distretti metropolitani così come nelle aree periferiche ed extraperiferiche di New York, presentano opere che riflettono sullo spazio urbano come mezzo di distribuzione del potere.

Empire State Mostra Roma

Rimarrà aperta fino al 23 luglio. Al Palazzo delle Esposizioni. L'ambizioso progetto espositivo propone la capacità degli artisti di re-immaginare la vita urbana, interrogandosi sulla capacità di New York di rappresentare ancora e per eccellenza un luogo di elaborazione di idee.

Il titolo della mostra intende evocare proprio Empire, titolo del fondamentale saggio di Antonio Negri e Michael Hardt sul capitalismo globale guidato dagli Stati Uniti (2000), e anche la canzone Empire State of Mind (2009), moderno inno a New York reso celebre in tutto il mondo da Jay-Z e Alicia Keys.

Come la città di New York, anche l’arte contemporanea negli ultimi cinquant’anni è cresciuta in maniera esponenziale. Gli artisti rappresentati nella mostra Empire State sono emblematici in questo passaggio.

Michele Abeles, Uri Aran, Darren Bader, Antoine Catala, Moyra Davey, Keith Edmier, LaToya Ruby Frazier, Dan Graham, Renée Green, Wade Guyton, Shadi Habib Allah, Jeff Koons, Nate Lowman, Danny McDonald, Bjarne Melgaard, John Miller, Takeshi Murata, Virginia Overton, Joyce Pensato, Adrian Piper, Rob Pruitt, R. H. Quaytman, Tabor Robak, Julian Schnabel, Ryan Sullivan.

La mostra viene accompagnata da un catalogo ampiamente illustrato (Skira) in grado di incarnare lo spirito dell’iniziativa sotto il profilo tanto culturale quanto visivo. Oltre ai contributi dei curatori, la pubblicazione comprende scritti di Tom McDonough, John Miller e Eileen Myles, un saggio per immagini di Matt Keegan nonché testi originali dedicati a ciascun artista e firmati da critici e curatori di spicco tra cui Bruce Hainley, Hans Ulrich Obrist, Tina Kukielski.

Atac Vantaggi offre sconti per gli abbonati annuali e mensili possessori di Metrebus Card o per chi presenterà un BIT vidimato al botteghino: ingresso ridotto ad euro 10 invece di 12,50.

  • shares
  • Mail