Arrivederci e grazie: Odifreddi saluta il festival della Matematica

Se la matematica come scienza non ha colore, il festival dedicato ai numeri e appena conclusosi all'auditorium ne ha uno ben definito: il giallo. Piergiorgio Odifreddi, direttore scientifico che ha portato nell'ultima edizione otto premi Nobel, tre medaglie Fields e circa cinquantamila spettatori, si è visto recapitare via mail la lettera di benservito da Carlo Fuentes, amministratore delegato dell'auditorium. Licenziato su due piedi. Dice il matematico autodefinitosi impertinente: "Un messaggio di poche righe, in cui mi si comunica che è venuto meno il rapporto di fiducia". E ancora: "Non me l'aspettavo. Ci sono stati dissapori, ma niente lasciava prevedere una simile conclusione".

Ora si ragiona sulle cause della decisione. Quelle di una censura politica non sembrano plausibili, e anche l'atteggiamento assai critico di Odifreddi nei confronti delle gerarchie ecclesiastiche non troverebbe adeguata spiegazione. Forse lo studioso paga il taglio ai finanziamenti per la manifestazione futura. O forse ruggini personali. Nei prossimi giorni se ne saprà di più. O meglio, se ne dovrà sapere di più, perché il successo di pubblico e la qualità degli interventi nel festival della Matematica portano la firma di Piergiorgio Odifreddi.

  • shares
  • Mail