Centocelle, in 25 sotto un unico tetto

Gli agenti del commissariato Prenestino hanno fatto irruzione in un appartamento del quartiere Centocelle e hanno scoperto un vero e proprio dormitorio. A dividersi i 70 metri quadrati della casa erano in venticinque, tutti di origine cinese, stipati in condizioni igieniche precarie e con fili elettrici a vista.

"Siamo arrivati per un semplice controllo - hanno spiegato le forze dell'ordine - perchè a quell'indirizzo corrispondeva una società di traslochi gestita da un cinese. Nei locali del piano rialzato abbiamo trovato una situazione incredibile: venticinque posti letto, ammassati in uno spazio risicato, in barba alle più elementari norme di sicurezza con fili elettrici a vista, cibo scaduto lasciato a terra, tramezzi fatti di cartone e un solo wc per tutti". Gli inquilini pagavano un regolare affitto, la cui somma tuttavia non è stata resa nota. Ancora da chiarire anche l'occupazione dei venticinque immigrati. Si sospetta che fossero tutti impiegati per la manodopera clandestina.

Foto | Repubblica.it

  • shares
  • Mail