Papa Giovanni Paolo II All’altare di Dio torna tra i giovani del Rainbow Magicland

I momenti salienti del pontificato di Papa Giovanni Paolo II "All’altare di Dio", arriva in mostra al Rainbow Magicland e tra i giovani del parco giochi romano.

All’altare di Dio - Papa Giovanni Paolo II  al Rainbow Magicland

Mentre il mondo intero si affolla per essere ricevuto da Papa Francesco, successore di Papa Benedetto XVI, nel cuore di molti e nei profili social, resta Papa Giovanni Paolo II, e la mostra itinerante "All'Altare di Dio", inaugurata con la beatificazione che sta per approdare ad una nuova ed 'insolita tappa'.

Un viaggio nei momenti salienti del pontificato di papa Wojtyla, da percorrere con l'ausilio di video, oggetti personali e un centinaio di fotografie scattate in gran parte da Vittoriano Rastelli, dai viaggi pastorali all'attentato, dagli incontri con i fedeli a quelli con i giovani.

Una mostra che dopo aver lasciato i Musei Capitoli di Roma (28 aprile - 25 settembre 2011), il Castello Reale di Varsavia ( 25 maggio - 11 settembre 2011) l’Università Cattolica Giovanni Paolo II di Lublin, in Polonia (09 giugno -31 dicembre 2012) e Madrid (13 febbraio - 27 marzo 2013), a 93 anni dalla nascita di Karol Józef Wojtyla, si prepara ad approdare nelle sale adiacenti al Planetario del parco tematico Rainbow Magicland, dal 18 maggio al 22 ottobre 2013.

Si avete capito bene, il parco giochi di Valmontone, affollato di giovani, giovanissimi e famiglie, del resto stiamo parlando di un Papa che aveva le idee ben chiare sul contributo che offrono i giovani al presente ed il futuro, come si evince dal discorso fatto all'Università di Tor Vergata in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù del 2000.


"C’è un proverbio polacco che dice: "Kto z kim przestaje, takim si?". Vuol dire: se vivi con i giovani, dovrai diventare anche tu giovane. Così ritorno ringiovanito. E saluto ancora una volta tutti voi, specialmente quelli che sono più indietro, in ombra, e non vedono niente. Ma se non hanno potuto vedere, certamente hanno potuto sentire questo "chiasso". Questo "chiasso" ha colpito Roma e Roma non lo dimenticherà mai!"

  • shares
  • Mail