Ricordare le Fosse Ardeatine

fosse ardeatine
A piedi dagli “alberghi” della Garbatella alle Fosse Ardeatine, passando per Tormarancia con 355 spine nel cuore gridando a squarciagola “Mai più”. Il Municipio XI ricorda così il 24 marzo 1944, giorno del massacro delle Fosse Ardeatine. E rispolvera l'iniziativa titolata “Percorso della Memoria”. Coinvolgendo le scuole medie e superiori, per promuovere la conoscenza di quel tragico evento: l’esercito nazista dispiegava intera la sua ferocia uccidendo barbaramente 335 persone nella cava di pozzolana sulla via Ardeatina.

Un giorno di lutto per l’intera città dove saranno in molti a tornare sul luogo dell’eccidio insieme ai familiari delle vittime per far crescere il rifiuto alla sopraffazione, del razzismo, della violenza che ancora oggi si manifesta anche in strada. La partenza sarà da piazza Biffi, con ritrovo lunedì 23 marzo alle ore 9. Lì, dove oggi sono affisse le targhe in memoria di alcuni dei caduti che proprio nei palazzoni disegnati alla fine degli anni Venti da Innocenzo Sabbatini ed edificati nella piazza Michele da Carbonara, abitarono. La cerimonia del ricordo sarà alle Fosse Ardeatine, dove prima di lasciar salire al cielo 335 palloncini, gli sarà legato ad ognuno il nome di un martire.

  • shares
  • Mail