La bicicletta è Resistenza e liberazione anche il 25 aprile 2013 a Roma

La bicicletta è Resistenza, è un meraviglioso strumento di libertà, non solo dal traffico e dalla routine, quindi vi viene in mente un mezzo migliore per festeggiare la liberazione dal nazi-fascismo? Pedalando in compagnia, dal Pigneto a Porta San Paolo, da Caracalla alle mura aureliane.

La bicicletta è Resistenza e liberazione anche il 25 aprile 2013 a Roma

Pedalando in città, da soli o in compagnia, giovedì 25 aprile 2013 è doveroso dedicare un pensiero al contributo delle biciclette che hanno pedalato per la resistenza, lungo i viottoli tortuosi e le strade non asfaltate della lotta di Liberazione.

Mezzi e alleati strategicamente determinanti, allora quanto oggi, per storie partigiane e azioni contro i nazifascisti, che non sottovalutandone il potenziale provarono anche a proibirle e minacciare con la fucilazione i trasgressori, ma dovettero anche tollerare tutti quelli che con la bici andavano al lavoro e per le campagne, per non bloccare la produzione di risorse e materie prime di un'intero paese.

Storie di resistenze ostinate e coraggiose che consiglio di approfondire attraverso la lettura di volumi illuminanti come La bicicletta nella Resistenza di Franco Giannantoni e Ibio Paolucci (Edizioni Arterigere, 12 euro), visto che nell'immediato noi ciclisti urbani abbiamo bisogno di tutto il coraggio e l'ostinazione possibile per resistere lungo la strada, ancora lunga e dissestata, di questa città poco ciclabile, con una mobilità insostenibile. La bicicletta è Resistenza!

In ricordo di chi ha fatto la resistenza in bicicletta, giovedì 25 aprile riparte Gran Premio della Liberazione di Ciclismo che si corre nel circuito delle Terme di Caracalla (stadio Nando Martellini), le associazioni Biciebike, Sherwood, CSI, Circolando, Carro dei Comici, ecc. propongono di unirsi alla Pedalata della liberazione per tutti, con appuntamento alle 10 a Caracalla (Info: 3332959181 - biciebike-sherwood@libero.it), per un breve giro del centro storico, e qualche sosta culturale lungo le anctiche mura aureliane, allo scopo di promuovere e condividere percorsi ed itinerari del territorio comunale a sostegno della mobilità, del turismo e dello sport per tutti.

Più o meno contemporaneamente, alle 10:00 parte da Piazza Persiani-Nuccitelli (Via Mariano da Sarno) al Pigneto, la Pedalata Partigiana promossa da Uisp Comitato di Roma, pronta a far tappa a San Lorenzo, (10.30), Porta San Paolo (11:00), il Museo della Liberazione (12:30), prima di ritornare al Pigneto (13:30) e alla Festa di Liberazione.

Ovviamente non serve che la bicicletta sia rossa, anche se il ricordo della mia prima Graziella rosso fiammante mi ricorderà per sempre le pedalate più audaci e avventurose dell'infanzia, e l'ultima presa ad un'asta in ciclofficina ha una sfumatura di colore con parecchio rosso dentro...


Si siam tutti nostalgici! Che sian rosse bianche o nere le biciclette dovrebbero rimaner fuori da certi "pensieri" ideologici...ma rimaner nell'umile sociale!
W L'Italia Liberata
Zagor (cit dallo stesso libro)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail