Sbarcano a Roma i dinosauri, i quadri e le statue sadomaso della mostra "Empire State: Arte a New York oggi"

In esposizione fino al 21 luglio le opere di Jeef Koons, Bjarne Melgaard, Julian Schnabek e John Miller. Ma anche John Miller, Takeshi Murata, Virginia Overton, Joyce Pensato e tanti altri ancora.

Jeef Koons, Bjarne Melgaard, Julian Schnabek e John Miller. Ma anche John Miller, Takeshi Murata, Virginia Overton, Joyce Pensato e tanti altri ancora. E' stata inaugurata oggi al Palazzo delle Esposizioni, per chiudersi il 21 luglio, la grande mostra "Empire State. Arte a New York oggi". L'esposizione è dedicata ad alcuni tra i più noti artisti viventi newyorkesi che riflettono sul ruolo che riveste oggi la Grande Mela nel mondo.

Nelle grandi sale del Palaexò si potranno ammiraree statue, video, quadri, installazioni e fotografie. Dagli sberleffetti all'arte classica di Jeff Koons con il quadro "Antiquity 1", alle prostitute sadomaso di Bjarne Melgaard fino al T-Rex, che in compagnia degli altri dinosauri, guarda estasiato una natura morta di Rob Pruitt. La mostra merita una visita, se non altro per capire il livello di avanguardia raggiunto dai grandi artisti di New York.

Il tema su cui si misura questo ambizioso progetto espositivo è la capacità degli artisti di re-immaginare la vita urbana, interrogandosi più specificatamente sulla capacità di New York di rappresentare ancora e per eccellenza un luogo di elaborazione di idee.

La presentazione dell'esposizione è stata l'occasione per ricordare le prossime mostre ospitate negli spazi del Palaexpò e delle Scuderie nei prossimi mesi: da quella per il bimillenario di Augusto, ad 'Anni 70-Roma in mostra', fino alle foto del National Geographic per i suoi 125 anni, 'Pasolini Roma', 'Etruschi nel Mediterraneo' e 'Frida Khalo', tutte previste tra autunno 2013 e primavera 2014.

  • shares
  • Mail