Ristoranti Roma e negozi gourmet della Capitale. Indirizzario goloso del Rome digest

Roma è una delle migliori città per il cibo, “ma può essere abbastanza difficine trovare un buon pasto in questa città, come piuttosto facile trovarne uno cattivo, anche”. Così sentenza il New York Times, andando poi subito a citare qualche indirizzuccio goloso.

Evviva “Cesare al Caseletto” (con la “e” nel testo), allora osannato come uno degli indirizzi in cima alla lista da visitare per chi cerca il sapore dell'autentica cucina Romana (con la R maiuscola, sic!). Ma c'è anche “Pinsere”, pur “in zona di uffici e lavoro vicino alla maggiore stazione ferroviaria”, cioè chiaramente Termini.

E perchè i vegetariani non decidono di fare una capatina anche da un indirizzo classico come "Armando al Pantheon"? Il suo menù vegetariano, scrive il The Rome digest, è proprio tutto da provare.

La cosa interessante segnalata poi da questo gustoso indirizzo, ­ questo mese, riguarda i “posticini” più carini dove fare una spesa gastronomica di qualità, e poter anche fermarsi a mangiare, segno forse che sono tanti i turisti stranieri che in realtà decidono di assaggiare la nostra cucina lontani dai soliti indirizzi a menù fisso.

Segnale, anche che molti decidono di trasferirsi nella Capitale a vivere, in via più o meno definitiva?
Fatto sta che la cosa interessa anche a noi, che vediamo con piacere scorrere davanti ai nostri occhi il “must”, l'Antico forno Roscioli nei pressi di campo deì Fiori, oppure Aromaticus in via Urbana, Beppe e i suoi Formaggi (formaggi di latte crudo e ottimo burro in “casa” di Beppe Giovale) , in centro in via s. Maria del Pianto.

Ma anche l'ottimo “cibo di strada” si fa per dire, di Mordi e vai, (per un “delicious snack...in the Testaccio Market”) e infine, in tutt'altro quartiere, Romeo in Prati, un indirizzo davvero gourmet. Li conoscevate? Chi aggiungereste alla lista?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: