Intervistone a Walter, che fare di Roma?

Interessante e corposa intervista di Walter Veltroni a Il Tempo che vi sintetizzo qui in punti per poterne discutere un po' fra di noi.

Finanziaria. Nonostante i pesanti tagli ai Comuni, Roma gode di un'attenzione superiore a quella avuta nell'era in comandavano i berluscones. Ci sono in cassa 175 milioni di euro per opere infrastrutturali che serviranno per: 1) Il centro congressi di Fuksas, 2) La Città dello Sport a Tor Vergata, 3) I Mondiali di nuoto 2009, 4) Il museo Maxxi di via Guido Reni.

Tuttavia - ammette Walter - svantaggi ci saranno per tutti i Comuni: "Faremo il possibile per evitare la riduzione dell’offerta dei servizi e per non far rincarare le tariffe. In cinque anni non abbiamo mai aumentato quelle per i servizi pubblici essenziali".

Su questo punto, non so a voi, ma me suona come una promessa che ci sarà un aumento generalizzato dei servizi, biglietti Atac e via aumentando.

Per quanto riguarda il potenziamento del trasporto pubblico, invece, Walter non fa che un accenno che quasi sembra di circostanza, cosa che mi fa pensare che nei prossimi anni tutte le risorse siano già state destinate per le nuove metropolitane e che la tragica situazione in cui versa ora il servizio dei trasporti tale rimarrà, almeno per qualche annetto.

Poi il sindaco insiste un po' sui temi del decoro urbano, Trastevere in particolare, cose che a me non interessano particolarmente, quindi sorvolo, scusate.

Sicurezza. Walter chiede più responsabilità a chi non fa altro che chiedere la cacciata dei campi nomadi perché bisogna anche avere una proposta su dove trasferirli.

Traffico. Nessuna grande città ha risolto il problema. Fondamentalmente è un problema irrisolvibile.

Sport. "Da qualche anno abbiamo cercato, e penso con successo - riporta ancora Il Tempo -, di rompere la cultura monodirezionale sullo sport. Abbiamo una squadra di rugby, campionati di nuoto, pallavolo, hockey. E speriamo di avere qualche grosso evento di basket, come abbiamo appena fatto con la Nba al Palalottomatica".

Olimpiadi 2016. Per la serie la speranza è l'ultima a morire, poi ci sono sempre quelle del 2020. Per me, delle Olimpiadi ne possiamo anche fare a meno comunque.

Voi cosa ne pensate in generale di come si sta muovendo Veltroni in questo inizio del suo secondo mandato?

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: