Rugby, Roma chiede la partecipazione alla Celtic League

La Roma del rugby non si arrende e, nonostante l'opposizione di alcune squadre del settentrione, insiste nel voler partecipare alla Celtic League, oggi ridenominata Magnes per questione di sponsor. Entro marzo la Federazione Italian Rugby deciderà sulla partecipazione dal 2010 di due squadre italiane al torneo che impegna, da settembre a maggio, squadre scozzesi, irlandesi e galesi.

Da un paio di settimane si è composto il Comitato Promotore Romano, un corsorzio che ha visto l'adesione delle società più importanti della Capitale: Rugby Roma, Lazio Rugby, e Unione Rugby Capitolina. Lo scopo è quello di creare una franchigia fatta da giocatori selezionati da questi club, che abbia come base Roma e partecipi esclusivamente alla Celtic League. Le partite verrebbero disputate allo stadio Flaminio. Il progetto riscontra però l'opposizione in particolare di due squadre del nord, Treviso e Viadana Parma, per le quali la poca tradizione romana alla palla ovale dovrebbe spingere la Federazione a coinvolgere società più titolate.

  • shares
  • Mail