Giotto e il Trecento al Vittoriano di Roma

Giotto e il Trecento

Sono passati ben 70 anni dall’ultima esposizione dedicata a Giotto ed è la prima volta che viene realizzata al di fuori di Firenze una mostra sull'artista toscano. Quella che si apre venerdì 6 marzo e che si chiuderà il 29 giugno è, parole del Ministro Sandro Bondi, “una grande mostra. Un evento culturale che per le opere esposte e la loro quantità può essere considerato unico”.

Giotto e il Trecento rappresenta infatti l’occasione per poter ammirare oltre 150 opere tra polittici, opere su tavola, sculture, manoscritti e oreficerie di pregio, di cui almeno 20 eseguite direttamente da lui, tutte di altissimo livello e alcune di esse esposte per la prima volta dopo i restauri.

L’esposizione ripercorre idealmente la situazione artistica italiana tra l’ultimo decennio del XIII secolo e prima metà del XIV, attraverso gli spostamenti di Giotto avvenuti in ben otto regioni italiane lasciando in ognuna le sue indelebili tracce anche nel tratto artistico degli artisti che lo hanno conosciuto come Cimabue e Simone Martini.

Se siete interessati gli orari di apertura della mostra saranno i seguenti: dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 19.30; venerdì e sabato dalle 9.30 alle 23.30; domenica dalle 9.30 alle 20.30 presso il complesso del Vittoriano.

Il costo del biglietto è di 10 euro (intero) e di 7,50 euro (ridotto).

  • shares
  • Mail