Roma arDente: Biff ai Colli Portuensi

Voglia di un hamburger, ma senza le salsine chimiche, la carne in batteria e i sapori da assuefazione di certe catene di fast food made in Usa? Ai Colli Portuensi potrete soddisfarla grazie a questo nuovo (ma non tanto) locale aperto anche a pranzo che serve solo panini nostrani, tanto che qui la carne di manzo non è beef, bensì Biff!

È un gruppo di soci napoletani a riqualificare finalmente questo vecchio edificio dalla forma curiosamente circolare (proprio come un panino, guarda il caso) dove in passato – chi ha sempre abitato da queste parti lo ricorderà – scintillavano le vetrine di negozi quali La Cicogna, L’Angolo dello sport e Benetton 012.

Lo strano spazio è organizzato su due piani, tanto che sotto il livello stradale, nelle serate con le atmosfere più ‘calde’ si proiettano le partite di calcio e c’è un palco dove, in orario da dopocena, si suona musica dal vivo. Insomma, proprio come un fast food, la vocazione di Biff! è quella di un locale per famiglie, dove ritrovarsi a tavola anche con i più piccoli, ai quali brillano gli occhi al solo profumo di ketchup e patatine.

La ‘partenopeicità’ dei proprietari si vede al primo sguardo del menu, dove spiccano le polpette napoletane e la presenza consistente dei friarielli, ma l’ispirazione – stiamo sempre leggendo – viene dallo streetfood di Philadelphia, inventato da un italoamericano. Anche i tavoli sono in stile fast food, ma di lusso: niente vassoiacci in plastica (qui il servizio al tavolo c’è), bensì tovagliette dai colori tenui, bicchieri di plastica per le bibite ma di vetro per le birre; infine, anche se non vi scappa, andate in bagno solo per il gusto di asciugarvi le mani nella mitica trappola che vi spara addosso aria profumata.

Essendo una casa dell’hamburger, l’offerta è quella di panini gourmet anche con il pollo e per vegetariani, ma la lista è arricchita da preparazioni a base di salsiccia o addirittura di bistecca (il beefsteak)! Il difetto che abbiamo riscontrato, è che il piatto non è corredato di patatine fritte, che dovrete ordinare a parte, scegliendole tra i vari tipi disponibili. Per me, le più interessanti sono quelle al formaggio o alla paprika.

Divertente anche l’offerta del panino Monteverde dedicato al quartiere che ospita il ristorante (ma ci sono omaggi anche a Monte Mario e ai Parioli), e l’antipasto fatto di tre assaggi di panini con le specialità più richieste, ma occhio se li ordinate, perché sono tutti extra large! Infine, se proprio siete refrattari all’hamburger (ma allora che ce siete venuti a fa?!), molti gli sfizi tra i quali sarete indecisi: fritti, antipasti e insalatone, patate intere al forno all’americana, qualche specialità al piatto.

Cosa abbiamo mangiato noi? Io un panino ‘favoloso’ con hamburger da due etti, prosciutto, sottiletta e dentro patatine stick, mio marito un ‘incredibile’: hamburger di manzo, provola, uova, pancetta croccante e pomodoro. Dall’ottima carta delle birre ne ordiniamo due e pure una bottiglietta d’acqua gassata per digerire meglio, così il conto è arrivato a 35 euro in due.

Biff!
Via Isacco Newton, 68
00151 – Roma
T 06 6530724
www.biff.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail