Opere congelate per 3.837 milioni di euro

lavori pubbliciCantieri aperti o lavori negati? La polemica è aperta. Ma c'è chi se lo sente, come il Partito democratico: fare chiarezza sulle opere ferme. La giunta capitolina avrebbe congelato: metro D e B2, il raddoppio della via Tiburtina (95 milioni), la Prenestina bis (12 milioni), il raddoppio di via Trionfale (24 milioni), il Ponte della Scafa (37 milioni), il sottopasso della Colombo (12,5 milioni), la cabinovia Magliana-metro B Eur (14,4 milioni) e il Ponte dei congressi (100 milioni di cui 50 già finanziati; 30 dalla Regione Lazio e 20 milioni da Roma capitale. Totale: 3.837 milioni di euro.

Secondo il capogruppo del Pd in Capidoglio, Umberto Marroni, "La giunta Alemanno, finora si è limitata ad attuare un irresponsabile scardinamento dei progetti approvati dalle precedenti amministrazioni". Lo dimostrerebbe la conferenza stampa indetta alle 11,30 questa mattina, nella Sala riunioni di via delle Vergini 18. Il titolo così sintetizzava i contenuti in agenda: "Roma e le opere pubbliche negate dall'amministrazione Alemanno. L'ultimo no al Ponte dei congressi".

Nel maremagnum di dichiarazioni sulle opere pubbliche giuste o sbagliate, c'è comunque qualcuno che taglia corto. È il consigliere comunale del Pdl Federico Mollicone che replica al Pd: "Ma era necessaria una conferenza stampa del Pd per ricordare quali opere la Giunta Veltroni non mai finanziato?". Che dire?

Via | ufficio stampa Pdl

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: