Il Ponte dei Congressi non si farà più - Il no della giunta Alemanno

Ieri l'indiscrezione, oggi la conferma da parte del Campidoglio: il ponte dei Congressi, un'infrastruttura molto utile che avrebbe dovuto facilitare l'accesso al quartiere Eur dall'autostrada Roma-Fiumicino e dalla Magliana "non si farà più". Firmato Fabrizio Ghera, assessore ai Lavori pubblici del comune di Roma.

Quali i motivi alla base della drastica decisione? "Sulla base delle indicazioni degli uffici - ha spiegato lo stesso Ghera - il costo complessivo per la realizzazione del ponte dei Congressi ammonta a oltre 115 milioni di euro. I fondi attualmente disponibili con contributi statali e regionali ne coprono meno della metà". Faccio mente locale: ricordo perfettamente che il ponte era stato finanziato totalmente per l'importo annunciato qualche anno fa, ovvero 50 mln. Delle due l'una dunque: o i cantieri sono partiti in ritardo per colpa della giunta Veltroni, ed i costi sono raddoppiati, o per colpa di quella Alemanno (con le stesse conseguenze).

Resta il fatto che l'opera non si farà anche se Ghera oggi ha voluto ricordare i finanziamenti per le infrastrutture stabiliti nell'ultimo bilancio comunale: nessun problema, ha detto, per la via Prenestina bis e il raddoppio di via Tiburtina "i cui lavori sono in fase di avvio". Stessa cosa , per lo svincolo degli Oceani, le rotatorie dell'Ardeatina, il sottopasso Colombo-Malafede, lo svincolo Prati Fiscali-Olimpica, l'allargamento di via Pineta Sacchetti, il secondo lotto dell'allargamento di via Tiburtina e il ponte della Scafa, "opere finanziate interamente nel bilancio di previsione 2009".

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: