La Tana della Lupa: Lamela di Newton

Tre punti davvero "sudati" quelli di Torino. Una vittoria poco meritata, siamo onesti. Ma non li abbiamo certo rubati. Perla firmata Lamela a salvare il pomeriggio.

Lamela gol Torino

Lo stellone di Andreazzoli brilla di luce riflessa dai legni beccati dall'indemoniato "ex" Cerci. Erik Lamela indovina un colpo eccezionale che ormai porta proprio la sua firma.

Questo gol non è più una scoperta. E' una legge gravitazionale. Quel movimento e quel tiro sono di casa Lamela.

Poi, osservando i nostri, non possiamo che essere preoccupati dalle solite "offerte" dell'italica terra pallonara, che si prospettano ora all'orizzonte.

Una semifinale di Coppa Italia, contro una squadra a pezzi, una serie di partite "facili" in campionato. Considerando le nostra endemica capacità di perdere i treni, direi che è molto meglio non pensarci.

Lamela Totti

voti e pagelle

Stekelenburg 6 Decisamente non si trova con Burdisso. A fine gara provano a spiegarsi. Chissà cosa ne vieni fuori. Certo comunque Stek la sufficienza la raggiunge con un finale sicuro e soprattutto con la palla deviata sulla traversa sulla seconda punizione di Cerci

Piris 5,5 Un ansia esagerata dietro. Riesce sempre a offrire palloni d'oro agli avversari per palloni spazzati male. Molto meglio davanti, dove cerca anche un gol all'Agüero, innescato da Lamela, facendo imbestialire Osvaldo.

Burdisso 4,5 No, proprio non ci siamo. Inutile che continui a caricare gli altri se tu sei il primo a fare sempre la frittata per lo chef Stekelenburg. Aprite un ristorante: "StekNicolhouse".

Castan 6 Stanco. Fa fatica col caldo. Lui che è brasiliano. Almeno fa ordine. Soprattutto portando palla.

Balzaretti 4 Disastro. A parte il cross per il gol di Osvaldo, solo errori. Condizione fisica pietosa. Carattere da esordiente. Con due fischi granata entra in crisi. Cerci lo irride e lui lo stende. Per poi arrabbiarsi con chi?

Perrotta 6 Cuore e sudore. Ce la mette tutta. Ma alla fine molla. E da brav'uomo qual é chiede subito il cambio. Esce per Marquinho 6 cambia poco, si accentra con più facilità ma poi si perde nel nulla.

Bradley 6 Parte molto bene. Forse l'unico a giocare in mezzo. Poi entra in apnea. Perde palloni pericolosi. Spreca il solito numero di appoggi. Quindi recupera, e mena.

Pjanic 5 Galleggia. Poco reattivo. Qualche buon cambio di gioco, ma troppo lento e confuso. Ma come, senza Totti, giochi peggio? Esce di nuovo per Totti 6 che entra a fare il regista carico, apre per Lamela nell'azione del gol, col contagiri imbocca Osvaldo nel contropiede sprecato da Florenzi, cerca la sua bomba da posizione impossibile, poi molla e nemmeno tiene più palla. Romeo non lo difende, e lui è stanco di prendere botte.

Lamela 7 A dir la verità fino al gol non era da 6. Il solito Erik, qualche guizzo, troppi dribbling, poca costanza. Poi sale in cattedra con quella magia, che ormai è una legge del calcio. Si sblocca, e comincia a inventare anche per i compagni, oltre ad inseguire gli avversari.

Osvaldo 6 Corpo estraneo, ma timbra il cartellino. Colpo di testa alla Pruzzo. Offre anche un assist al bacio a Florenzi che non ci arriva per un cm. Io lo terrei.

Dodò 5.5 Primo tempo da grande, secondo da piccolo. La media è questa. E ci possiamo anche stare considerando la giovane età. Esce per Florenzi 6 Contrasta e crea molto di più con le sue corse ragionate. Ma che peccato per quel contropiede che ci permetteva di fare un finale relax.

Andreazzoli 6 "Abbiamo raschiato il fondo del barile". Parole tue. C'è poco da aggiungere.

torino roma

  • shares
  • Mail