Platini apre la Clericus Cup

clericus cupCalcio d'inizio per la Clericus Cup, qualcosa di simile alla Champions League ma solo per sacerdoti e seminaristi. Saranno in 386 a mettere da parte tonaca e breviario, per indossare scarpini e divisa da calcio. Il match inaugurale si disputerà giovedì pomeriggio presso lo Stadio dei Marmi, dove il Mater Ecclesiae (vincitrice della scorsa edizione) affronterà i «verdeoro» del Collegio Brasiliano e Orionino: l'arbitro sarà Stefano Farina che si "guadagnerà così il paradiso". Il traguardo sarà tagliato con la finale del 23 maggio all'Oratorio San Pietro. Intanto questa mattina Michel Platini gli ha fatto sapere per lettera che seguirà "con simpatia l'iniziativa della Clericus Cup».

Mentre fervono i preparativi per "Correre sulle orme di San Paolo", la maratona che «ripercorrerà il cammino dell'apostolo Paolo da Gerusalemme a Roma», si è ufficialmente aperta la caccia al titolo. Sono 16 le formazioni iscritte alle gare di sola andata, ciascuna di 2 tempi da 30 minuti. Chi sarà il goleador? I due capocannonieri sono il salvadoregno Marcos Tullio Peña (11 gol nel 2007) per il bomber del Sedes Sapientiae, ed il congolese Alfred Mbimi, con 12 reti il re degli attaccanti lo scorso anno.

Le pattuglie più nutrite sono quelle italiane (72 atleti), tallonate da messicani (46 atleti), statunitensi (21), colombiani e brasiliani (17 giocatori). La novità è la partecipazione dei calciatori del Giappone. Tra le bizzarrie del regolamento, fa sorridere che non esista il segno X. Alla fine dei due tempi ci sarà poi un "terzo tempo" per la preghiera tra vincitori e vinti. Altra sorpresa per gli atleti della Clericus è che saliranno in bici per correre con la carovana in rosa (il 31 maggio).

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: