Arrestati i due violentatori della Caffarella

Alexandru Loios, 20 anni , e Karol Racz, 36. Entrambi romeni. Sono questi i nomi dei due presunti violentatori della Caffarella. I due uomini sono attualmente nelle mani delle forze dell'ordine. Il primo, già arrestato, ha confessato nella notte. Il secondo, correo, è attualmente in stato di fermo in attesa di finire a Regina Coeli.

Si conclude dunque con l'arresto dei due violentatori la triste vicenda dell'aggressione ai due fidanzatini romani, fatti oggetto di una violenza al parco della Caffarella la settimana scorsa, che si è conclusa con lo stupro di lei. La ragazza, portata in questura questa notte, ha riconosciuto la fotografia del suo aguzzino con queste parole: "Si è lui, ma non voglio più rivedere questa foto".

I particolari: Loios sarebbe stato l'esecutore materiale dello stupro. I due rumeni si sarebbero avvicinati ai due fidanzatini con lo scopo di effettuare una rapina ma poi avrebbero deciso di stuprare la ragazza. Loios e Racz erano stati schedati il 24 gennaio dopo che entrambi erano stati portati all'Ufficio stranieri della Questura dalla loro baraccopoli di Primavalle nell'ambito dell'indagine sullo stupro di via Andersen. Sarebbero in corso indagini per verificare se tra lo stupro di Primavalle e quello della Caffarella c'è un collegamento. Ora per loro si aprirà il processo e le porte della galera. Speriamo per una vita intera, e senza nuove ronde (visto che a finirci di mezzo sono stati quattro poveracci che abitavano in zona Appia quando i responsabili erano a Primavalle...).

Nella foto di 06blog Vittorio Rizzi, capo della Squadra mobile romana, il questore Giuseppe Caruso e Marian Mandroc, ufficiale di collegamento della polizia romena alla conferenza di questa mattina.

Altri particolari. Racz è stato individuato in nottata a Livorno, dopo un controllo in tre insediamenti. Loios, invece, è stato trovato nel suo campo a Primavalle in procinto di fuggire in Romania. Nella sua tenda sono stati trovati anche un paio di pantaloni con macchie ematiche attualmente al vaglio della scientifica. I due avevano precedenti: Alexandru Loios, principale accusato, era stato raggiunto da un provvedimento di espulsione nel 2008 che poi era stato annullato; Karol Racz, invece, ha scontato tre anni di carcere in Romania, tra il 1999 e il 2002, per condanne legate a reati comuni.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: