Elezioni comunali Roma 2013: Primarie del centrosinistra, vince Marino

Sarà Ignazio Marino il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma. Il chirurgo è risultato subito in netto vantaggio sugli altri 5 sfidanti: Gemma Azuni, Mattia Di Tommaso, Paolo Gentiloni, Patrizia Prestipino e David Sassoli.

ignazio marino

Marino sfiderà il sindaco uscente Gianni Alemanno, il candidato del Movimento 5 Stelle, l'avvocato Marcello De Vito e l’imprenditore Alfio Marchini. L’affluenza nei 223 seggi, come fa sapere il comitato `Roma bene Comune´, è stata tra i 100.000 e i 102.000.

Affluenza come da previsioni, forse minore di quella che speravano i sei candidati sfidanti, ma comunque buona. Tanto, che si è scatenata nel frattempo la polemica (su twitter per farvi un'idea #primarieroma) su presunti brogli e sui votanti.

Ha cominciato però su Facebook Cristiana Alicata, membro della direzione regionale del Pd Lazio:

"Le solite incredibili file di Rom che quando ci sono le primarie si scoprono appassionatissimi di politica" e rispondendo a qualcuno che l'accusava di razzismo: "il razzismo non c'entra nulla. Sono voti comprati. Punto. Chi lo nega è complice dello sfruttamento della povertà che fa il clientelismo in politica".

Antonio Funiciello, portavoce del Comitato GentilonixRoma rincara la dose sulle irregolarità:

"Stanno arrivando al comitato numerosissime telefonate e segnalazioni di irregolarità e disservizi nei seggi elettorali"

E Chiara Romanello, portavoce di Ignazio Marino, aggiunge:

"Condividiamo l’appello alla vigilanza: questa giornata sia un’occasione di grande partecipazione e di democrazia".

In ogni caso la vittoria di Marino è talmente larga che tante storie sembrano un po' oziose. Ora vediamo cosa succede alle elezioni comunali di Maggio.

  • shares
  • Mail