Prenestino, presa banda che clonava carte di credito

Gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato cinque persone, quattro uomini e una donna tutti di nazionalità rumena, sorpresi in una casa del Prenestino con apparecchiature utili alla clonazione di carte di credito e un centinaio già riprodotte o ancora vergini.

La banda agiva da tempo e faceva una decina di vittime al giorno. I clienti effettuavano prelievi al bancomat ignari della presenza di microcamere che riprendevano le loro dita sulla tastiera numerica; nello spazio dove si infila la tessera, i clonatori avevano inserito uno scanner in grado di intercettare e memorizzare il codice segreto. Con immagine e codice, la carta era pronta per fare acquisti nei negozi del centro di Roma.

Video | Corriere

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: