Coppola condannato a sei anni di reclusione

Danilo Coppola è stato condannato a sei anni di reclusione per bancarotta fraudolenta. Lo ha deciso il Tribunale di Roma a conclusione del processo sul fallimento della Micop, un crack da 13 milioni di euro risalente alla fine del 2006. Per Coppola è stato inoltre decisa l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e 10 anni di interdizione dagli uffici direttivi. E' stato invece assolto dall'accusa di falso. Ma per l'immobiliarista non finisce qui. Il tribunale ha infatti accolto anche la richiesta di confisca delle azioni Bim per un valore di oltre 8 milioni di euro. Coppola, romano di 41 anni, fu arrestato l'1° marzo 2007 e attualmente è sottoposto all'obbligo di dimora a Grottaferrata.

Gaetano Pecorella, difensore, ha annunciato il ricorso: ''La confisca delle azioni Micop non è esecutiva perché dovrà decidere l'appello e quindi la Cassazione. Credo che sia un procedimanto singolare, perché la società ha un'autonomia patrimoniale dal suo presidente e non è certo frutto dell'ipotetico reato. In ogni caso siamo pronti a ricorrere in appello''.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: