Scritte e sabotaggi ai danni dei commercianti ebrei

Ieri notte in viale Libia, nel quartiere Africano, alcuni negozianti di origine ebraica hanno rotrovato le saracinesche dei loro esercizi incollate con il silicone e imbrattate con vernice nera. Su uno striscione c'era scritto "Boicotta Israele", a firma "Militia" e corredato da un fascio littorio. Stessa cosa in alcuni esercizi in zona Bologna e Appio-Latino. Sugli episodi la procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta per istigazione all'odio razziale e danneggiamento.

Il sindaco ALemanno ha emesso una nota nella quale si esprime "piena e preoccupata solidarietà a tutti i negozianti ebrei e in particolare a quelli colpiti dal boicottaggio di teppisti dell'estrema destra". Il Comune si impegnerà al risarcimento dei danni subiti dai commercianti.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: