Divieto di drink dopo le due anche dopo il 28 febbraio

Dopo le due, non si brinda più. Almeno non ovunque. Questa sembra essere la posizione del Campidoglio anche dopo la scadenza delle ordinanze (28 febbraio) firmate da Sindaco e Prefetto in tema di vendita di alcolici. In questa fase sperimentale, dopo il primo fine settimana, i divieti pare siano stati rispettati.

Diverse e contrastanti le reazioni. Fra i più preoccupati naturalmente gli esercenti, che sperano invece in un ritorno alla normalità con la fine della sperimentazione, ma fra i fedelissimi della movida notturna non sembra serpeggiare ansia di proibizionismo, anzi. Sono in molti a sostenere che si beve come prima. Tuttavia, quartieri come Monti, Esquilino e Ostiense si dicono preoccupati per essere tagliati fuori dalla zone "protette", temendo l'invasione dei bevitori rimasti in teoria all'asciutto fra Centro, Pigneto, Testaccio e San Lorenzo...

Fonte: Il Messaggero

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: