Anni di piombo, la signora Verbano incontra Alemanno

Nel giorno del 31esimo anniversario di Acca Larentia, la signora Carla Verbano, madre di Valerio, il giovane militante di Autonomia operaia ucciso a Roma da un commando dei Nar 27 anni fa, ha chiesto al sindaco di Roma Gianni Alemanno di partecipare all’anniversario della morte del figlio. “Tutti questi ragazzi di destra e di sinistra, - ha detto in quell’occasione- avevano degli ideali, sono morti per quelli, perciò non bisognerebbe fare discriminazioni”. Invito, che il primo cittadino della Capitale ha subito accettato: “Per me sarebbe un onore partecipare alla commemorazione di Valerio Verbano il 22 febbraio. Sarò sicuramente presente se questo gesto, come spero, sarà visto come un gesto di pacificazione e di condanna unanime della violenza politica da qualsiasi parte essa provenga”.
I due, intanto, si incontreranno venerdì prossimo in Campidoglio. Ma la donna, ieri, da un tg locale si è rivolta nuovamente al sindaco chiedendogli “di venire all'anniversario per la morte di Valerio senza la croce celtica che ha al collo”.

  • shares
  • Mail