Striscia di Gaza, boicottaggio dei negozi ebrei a Roma?

Detta e rinnegata. Ieri il sindacato Flaica-Uniti- Cub aveva suggerito di boicottare i negozi della comunità israeliana per protestare contro l'attacco a Gaza. Oggi il segretario provinciale, Giancarlo Desiderati, precisa: "Non esiste né sarà diffusa nessuna lista dei negozi in cui non comprare perché appartenenti ad esponenti della comunità israeliana".

Il sindacato condanna ogni forma di antisemitismo, sia di destra che di sinistra, e si dice per l'integrazione completa di tutte le etnie culturali. "Quello che proponiamo con la nostra iniziativa - spiega Desiderati - è il boicottaggio finale di Israele perché chiunque usi mezzi militari contro civili inermi, sia palestinesi che israeliani, commette un crimine contro la vita umana: il boicottaggio economico deve impedire di continuare ad acquistare altri armi da guerra".

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: