Finita l'estate, torna lo smog

Finito il grande rientro, per i romani comincia il grande traffico. Già avevamo parlato degli aggiornamenti per quanto riguarda la Ztl e anche della nuova vigorosa proposta spaccatraffico di Legambiente. Oggi su RomaOne è intervenuto l'assessore all'Ambiente Toni Esposito sullo stato di emergenza decretato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 4 agosto.

Per come la vede Esposito l'inquinamento e il caos cittadino hanno le spalle al muro:

"Il provvedimento ci permetterà di semplificare le procedure di autorizzazione che consentiranno, ad esempio, di potenziare il trasporto pubblico e diminuire il traffico privato, realizzare parcheggi di interscambio, controllare le corsie preferenziali con videocamere e realizzare piste ciclabili".

Ora, non per fare la figura dello sfiduciato, ma sono tre anni che l'assessore continua a dire questa cosa, e, almeno apparentemente, non si notano evidenti miglioramenti nell'urbe. E, sempre per non fare la figura del paranoico, non vorrei che l'assessorato all'ambiente si trincerasse dietro l'ultrapropagandato progetto delle due nuove linee metropolitane (B1 e C), dimenticandosi dei problemi del presente. In altre parole, dal momento che a Roma sono spuntati i cantieri delle due linee metro che forniranno una prima soluzione seria e strutturale al problema, l'assessorato si potrebbe ormai sentire dispensato dal lavorare sodo da qui al giorno della loro inaugurazione. Ma le metropolitane saranno pronte nel 2012. E lo smog non può attendere.

  • shares
  • Mail