Via dei Giubbonari, ragazzo americano accoltellato da ultras dei Boys: gravissimo

Un ragazzo americano è stato accoltellato e lasciato agonizzante in vicolo delle Grotte, vicino a Campo de' fiori. E' ora ricoverato in rianimazione all'ospedale San Camillo, dopo un'operazione durata sei ore. L'episodio è successo ieri intorno alle 6:30; Nicholas A. R., californiano di 24 anni, si trovava nel locale "Zaragozana". Lì è iniziata una lite con due giovani, il coetaneo Francesco Righi e Aureliano Scialabba, un pregiudicato di 29 anni, entrambi di Fidene. Il litigio è continuato in strada: uno dei due romani si è avventato su Nicholas sventrandolo con un fendente allo stomaco e uno al petto.

Le urla dell'americano hanno svegliato gli abitanti della zona, che hanno chiamato polizia e ambulanza. Gli avventori sono stati subiti rintracciati grazie alle testimonianze di chi era nel locale. Uno di questi, Scialabba, era già noto alle forze dell'ordine per un Daspo; Righi, probabilmente l'accoltellatore, era stato più volte fermato durante i controlli precedenti alle partite di campionato di calcio. Tutti e due appartengono ai "Boys", un gruppo di ultrà della Roma. Nelle loro abitazioni sono stati ritrovati mazze da baseball, coltelli a serramanico, tirapugni di ferro, una specie di mannaia artigianale.

Foto | Repubblica.it

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: