Piena del Tevere - Aggiornamenti: il massimo livello sarà toccato questa notte. L'Aniene fuori dagli argini

Il Tevere cresce, la piena tarda ad arrivare (gli ultimi bollettini parlano delle tre di notte), i barconi continuano ad andare alla deriva ma il fiume non strariperà fuori dagli argini, almeno non a Roma città. A rischio, continua a ripetere senza sosta la Protezione civile, è solo l'area di Ponte Milvio e del Villaggio Olimpico. Fuori dagli argini, invece, l'Aniene.

L'ultimo aggiornamento dal Tevere è più che rassicurante anche se non si può escludere ancora nulla. Il livello del fiume è ora a 12,4 metri sul livello normale. Le acque marroni del fiume sono illuminate costantemente dalle sirene blu di Vigili del Fuoco e forze dell'ordine. Sull'acqua i riflessi arancioni e blu sul corso d'acqua gonfio sono uno spettacolo affascinante. E per fortuna non drammatico. Le zone più a rischio, quelle alla foce, sono state già sgomberate. Alemanno inoltre, ma anche le forze dell'ordine, hanno dichiarato che "l'esondazione non dovrebbe esserci" e che "La situazione è costantemente sotto controllo". "Il peggio arriverà di notte - ha avvertito il capo della protezione civile Bertolaso - è importante, però, non diffondere inutili allarmismi".

Intanto il secondo fiume della Capitale, l'Aniene, non ha avuto lo stesso andamento del vicino Tevere. L'affluente del "biondo fiume" è infatti parzialmente straripato causando la chiusura della via Tiburtina tra Ponte Mammolo e il grande raccordo anulare. Caos e ingorghi stradali in tutta l'area est di Roma si sono registrati per tutto il giorno. Anche per l'Aniene, comunque, la situazione non subirà evoluzioni drammatiche.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: