Tre anni di carcere per un ultrà romanista

Un ultrà romanista che lo scorso settembre, in occasione della partita di calcio Roma-Reggina ferì un tifoso avversario con una coltellata, è stato condannato oggi a 2 anni e 11 mesi di reclusione per lesioni aggravate, porto e detenzione di coltello di genere proibito. Per Fabio Testadiferro, 28 anni, già in carcere, l'accusa aveva chiesto tre anni di carcere. Inoltre il giudice ha stabilito che per cinque anni non potrà frequentare manifestazioni calcistiche né avvicinarsi allo stadio Olimpico, con obbligo di firma nel registro di sorveglianza del commissariato quando gioca la Roma.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: