Il piano parcheggi di Alemanno - Previsti 66.800 nuovi posti auto

Roma, nel giro di qualche anno, avrà 66.800 nuovi posti auto. Questo l'obiettivo che si pone il nuovo Piano dei parcheggi della giunta Alemanno, presentato questo pomeriggio in anteprima alla stampa come risposta, per stessa ammissione degli assessori intervenuti, a quello che "è il problema più sentito dai romani: non la sicurezza ma il traffico".

Vediamo nel dettaglio come saranno realizzati i nuovi parcheggi. Ventimila posti auto (20.551 per la precisione) sono stati programmati dalla precedente giunta Veltroni e la loro costruzione sarà mantenuta. Altri 18.481 nuovi parcheggi saranno invece creati grazie alla realizzazione di una serie di grandi aree di scambio a ridosso delle fermate dei mezzi pubblici mentre circa 17.000 nasceranno con la costruzione di nuove aree parking, alcune interrate, in centro ed in periferia. Undicimila, infine, sono i posti ricavati da interventi sul suolo privato: il 50% per la rotazione ed il 50% per box auto visto che i vecchi Pup (i piani per i box auto voluti dalle precedenti ammnistrazioni) non sono stati abbandonati. Come è noto il parcheggio del Pincio non sarà costruito, e anzi la terrazza sarà ricoperta nei primi mesi del 2009, ma i 700 posti previsti saranno dirottati nel parking interrato, e semivuoto per la verità, di villa Borghese.

"I progetti - ha detto Alemanno - saranno realizzati in tempi rapidi". In realtà cronoprogrammi non ce ne sono e questo lascia perplessi. Sui costi, invece, massima chiarezza: un milione di euro prelevato dalle risorse per Roma capitale servurà per l'avvio degli studi di fattibilità e per la progettazione preliminare ma i parcheggi saranno pagati in un secondo momento dalle aziende private con lo strumento del project financing. Vigileremo.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: