Omicidio Vanessa Russo, 16 anni a Doina Matei

Doina Matei, la ragazza rumena che aggredì e uccise Vanessa Russo con la punta di un ombrello in un corridoio della stazione Termini, è stata condannata a sedici anni di reclusione per omicidio preterintenzionale, aggravato dai futili motivi. Così ha deciso la prima Corte d'assise di appello di Roma. L'imputata pagherà inoltre una provvisionale immediatamente esecutiva di 20mila euro per ciascuna delle parti civili costituite.

Poco prima della sentenza, in aula c'è stato lo sfogo della madre della vittima, Rita Russo, poi allontanata dal giudice, che si è rivolta a uno dei legali della Matei, l'avvocato Nino Marazzita, nel mentre questi stava difendendo la sua assistita.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: