L'assessore De Lillo accusato di avere usato a scopi privati l'Aranciera di Porta Metronia

Fabio De LilloLe figuracce dell'amministrazione comunale sembrano avere periodo fertile in queste ultime settimane: dopo i biglietti "mancanti" della Festa del cinema dell'assessore Umberto Croppi, prontamente individuati dalla moglie, arriva lo scandalo che ha investito l'assessore all'ambiente, Fabio De Lillo.

Denunciato da Repubblica infatti un episodio che vedrebbe l'utilizzo dei famosi giardini dell'Aranciera per scopi privati, in particolare per i festeggiamenti di compleanno della figlia dell'assessore. Bufera quindi sulla giunta Alemanno, che attende un resoconto dettagliato dell'evento che, a dire dell'Assessore, era "un evento di promozione della cultura ambientale, con libero accesso da parte di tutti i cittadini, come testimoniano i cancelli aperti dell'assessorato all'ambiente."

Fabio De Lillo, come riporta il Messaggero nel suo articolo, si scagiona infatti sostenendo:

«Domenica 2 novembre la società che ha organizzato la manifestazione "Le domeniche dei picnic" ha voluto riunire coloro che hanno collaborato al grande successo dell'iniziativa in veste di promotori o di partecipanti» racconta l'assessore De Lillo replicando alla versione dei fatti pubblicata oggi dal quotidiano "Repubblica". «Non si è trattato di una festa privata - assicura De Lillo - ma di un evento di promozione della cultura ambientale, con libero accesso da parte di tutti i cittadini che desiderassero partecipare, come testimoniano i cancelli aperti dell'assessorato all'Ambiente. L'Aranciera era stata concessa agli organizzatori in base all'articolo 4, punto 3, della determinazione dirigenziale numero 117 del 6 febbraio 2008, che prevede la concessione qualora "si tratti di eventi e/o manifestazioni patrocinate da amministrazioni pubbliche, con libero accesso da parte dei cittadini", requisiti questi che si ritrovano tutti nell'evento organizzato il 2 novembre. Nel pieno spirito della manifestazione "Le domeniche dei picnic", che nelle precedenti iniziative ha radunato famiglie e circa 2.000 bambini, ho partecipato personalmente con la mia famiglia, come sempre accaduto nelle precedenti tre iniziative de "Le domeniche dei picnic", e questo anche nel giorno del compleanno di mia figlia. Per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione relativi all'immobile ove è ospitato l'Assessorato, tengo a precisare che tale intervento era stato pianificato, ben prima del mio insediamento, dalla precedente amministrazione. Per questo ho dato mandato ai miei legali di tutelarmi con urgenza in tutte le sedi giudiziarie civili e penali competenti».

A questo punto, basta chiedere all'azienda Didatti.com se conferma la difesa dell'assessore all'ambiente. Però il dubbio rimane: sul sito della rassegna "le domeniche del picnic" che noi stessi avevamo segnalato su 06blog, tutti gli appuntamenti domenicali venivano regolarmente pubblicizzati. Perchè quello dell'Aranciera non c'è? Come facevano i cittadini a sapere che c'era questa bellissima festa? Insomma se era per la pubblica cittadinanza si sono dimenticati di avvertirci?

foto | Comune di Roma

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: