Assalto e minacce di ultrà di destra alla sede Rai di via Teulada. Forza Nuova smentisce qualsiasi coinvolgimento


"Chi l'ha visto?" Sicuramente i ragazzi di Casa Pound non se la sono persa la puntata di ieri sera del programma della Sciarelli, nel corso della quale sono stati trasmessi filmati e riprese delle violenze di Piazza Navona durante la manifestazione contro la legge Gelmini nei quali si riconoscevano i ragazzi del Blocco Studentesco. E hanno manifestato il loro scontento con una "passeggiata pacifica", di una trentina di ultrà di destra secondo la nota diffusa dagli ambienti di Forza Nuova, in via Teulada, sede della Rai dove si trova la redazione del programma.

In realtà si è trattato di un gesto tipicamente squadrista, una vera irruzione nella sede della televisione pubblica con lo scopo di intimidire chi aveva mandato in onda i filmati degli scontri. E non trovando nessuno, visto che il programma era terminato, hanno preso a minacciare con telefonate anonime: "Vi abbiamo identificato, a voi e ai vostri familiari", hanno minacciato identificandosi, secondo la ricostruzione, come appartenenti alla segreteria di Forza Nuova. Il materiale è ora nelle mani della Digos.

Il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore denuncia un uso strumentale e criminale del servizio pubblico attraverso il quale " si è voluto fornire a livello nazionale una vera e propria lista di proscrizione per invitare gli antifascisti più violenti a mettere in pratica la loro aspirazione più nota: 'uccidere un fascista non è reato'".

Poi arriva la precisazione da Paolo Caratossidis, coordinatore nazionale di Forza Nuova: "Forza Nuova non c'entra con le minacce a "Chi l'ha visto" , come non c'entra con la "spedizione fallita" alla Rai di roma da parte di un gruppo di destra". Di più: "Queste fantomatiche minacce non sono addebitabili a noi nè direttamente nè indirettamente. Noi abbiamo centinaia di utenze telefoniche intestate, come movimento politico mai faremmo una tale assurdità. C'è qualcuno che sta facendo di tutto per sollevare un vespaio inutile facendo un grande favore a Berlusconi. Se i riflettori vengono puntati su queste facezie non si riesce più a organizzare un'opposizione bipartizan al ddl sul decreto gelmini".

Foto Repubblica.it

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: