Il San Giacomo, tra presidio e sgombero

Momenti di tensione al San Giacomo. Circa 200 persone appartenenti al movimento per il diritto alla casa hanno occupato l'ospedale che chiuderà oggi la sua lunga attività. Tra questi anche Andrea Alzetta, consigliere comunale della Sinistra Arcobaleno: "L'iniziativa nasce dall'esigenza di rivendicare una necessità: questo ospedale non deve chiudere. Qui ci sono servizi di eccellenza, macchinari ancora nuovi: non capiamo perché la regione ha tutta questa fretta di chiudere".

Ma a seguito dell'intervento delle forze dell'ordine, i manifestanti hanno lasciato il presidio. Tre le persone ferite durante lo sgombero, tutti pazienti che si trovavano nell'ambulatorio per delle analisi. Un anziano è caduto fratturandosi il femore, un altro uomo è stato centrato da un motorino di passaggio rompendosi un omero. Una donna invece è svenuta. Tutti e tre sono stati portati al Pronto Soccorso del Santo Spirito.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: