Cortei contro la Gelmini in tutta Roma - La giornata di passione della Capitale

Studenti liceali a braccetto con studenti universitari. Circa 10.000 ragazzi a manifestare davanti al Senato in sit in. Roma scossa da almeno sette cortei spontanei partiti da diverse zone della città: Roma Tre, piazza della Repubblica, viale Trastevere. Ed ancora: lezioni in piazza, sit in di genitori, traffico in tilt. La giornata di passione della Capitale sul fronte della lotta alla riforma della scuola e dell'Univeristà non è ancora finita ma è già possibile tracciare un bilancio.

A farlo sono stati gli stessi studenti, questa sera. "Siamo più di diecimila - dicono sotto la pioggia davanti a palazzo Madama- Proseguiremo pacificamente la nostra lotta". E a farlo sono anche i vigili: "Roma è nel caos, la pioggia e i cortei hanno paralizzato la città e aumentato il numero degli incidenti".

Il clou della giornata di protesta è stato l'incontro simbolico tra i coreti dei liceali e quelli degli universitari della Sapienza e di Roma Tre che dal Circo Massimo hanno poi raggiunto questo pomeriggio il sit in dei compagni più piccoli sotto Palazzo Madama. Dalla stretta strada che separa il Senato da piazza Navona i manifestanti hanno fatto sentire la loro voce e le loro ragioni fin dentro il palazzo dove si stanno discutendo le norme del decreto Gelmini. Nel mirino degli studenti i tagli del numero dei maestri di quasi 100.000 persone in tre anni e quelli al bilancio degli atenei che si aggirà intorno al 4-5% con gravi ripercussioni sulla ricerca. Per ora la maggioranza di Centro-destra in Parlamento avanza compatta. Ma avanzano compatti anche gli studenti. E i prossimi giorni non si annunciano diversi da oggi.

Nella foto un momento di una delle proteste dei giorni scorsi.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: