8 marzo 2013 a Roma - Colosseo illuminato contro la violenza di genere e degenere

Il monumento della capitale, più ammirato, bramato e visitato dal mondo intero, continua ad approfittare della sua notorietà per sostenere cause, impegni e obiettivi di portata globale e natura umanitaria, tali da riscattare i trascorsi della sua arena sanguinaria, oltre a spegnersi, illuminarsi e prestarsi a commemorazioni come quella per il decennale della scomparsa di Alberto Sordi, che hanno proiettato sulle vecchie pietre dell'Anfiteatro Flavio.

Il prossimo 'impegno' del Colosseo è programmato per venerdì 8 marzo, in concomitanza con la giornata internazionale della donna che si batte contro la violenza di genere e degenere, e la campagna inglese Foreign Office, sostenuta da Roma Capitale, che si batte contro la violenza sessuale come arma di guerra, fisicamente traumatica e psicologicamente devastante, perpetrata su donne, minori, fragili e indifesi nelle aree di conflitto.

Una cocente infamia che ha spinto il governo britannico a formare un team di 73 esperti (medici,avvocati, poliziotti, psicologi, specialisti di questioni di genere) per la prevenzione alla violenza sessuale, operativo nei paesi più a rischio, lungo il confine siriano, in Libia, nel Sudan meridionale, nella Repubblica Democratica del Congo, in Mali e in Bosnia-Erzegovina.

Un gruppo di lavoro riunitosi a Roma, nella Villa Wolkonsky, residenza dell'ambasciatore britannico sir Christopher Prentice, per un primo momento di dialogo e confronto, che sarà oggetto di un documento inviato all’attenzione dei ministri degli Esteri del G8 che si riuniranno a Londra il 10 e 11 aprile 2013.

Una nuova occasione per lottare contro la violenza di genere, degenere e infame .. e se il Colosseo è solo un simbolo che si spegne e accende come un interruttore, siamo noi a poter fare la differenza tutti i giorni!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail