La Città dell'acqua e del benessere di Roma - La città che verrà


Come avviene per molte opere di architettura contemporanea già gli è stato dato un soprannome: la goccia. Sarà un centro benessere acquatico con diverse piscine e palestre. Di fatto si tratta di ipertecnologiche terme moderne. Parliamo della futura Città dell'acqua e del benessere di Roma, ovvero della trasformazione ormai prossima dell'ex velodromo dell'Eur, come noto abbattuto col tritolo il 26 luglio scorso.

La destinazione finale dell'ex impianto olimpico era noto da tempo. Solo in agosto, però, sono apparsi i primi progetti e rendering della forma che prenderà la futura Città dell'Acqua. Si tratta, come si vede, di una struttura semicoperta che riprende l’immagine d’insieme del complesso abbattuto, conservando il segno dell’invaso e l’andamento curvilineo dell’ex gradinata, che però sarà ridisegnata completamente e abbinata a nuovi materiali come acciaio e cristallo.

Sembra effettivamente una goccia d'acqua, sia per forma sia perchè al suo interno vi saranno piscine, terme e fontane. La sua copertura sarà mobile e tutto intorno saranno costruiti volumi aggiutivi a prevalente destinazione non-residenziale con funzione a servizi privati. A compensare il nuovo cemento (!) una piazza verde. Ancora sconosciuti i tempi di realizzazione e l'effettivo inizio dei lavori. Segue una seconda immagine della struttura.


Foto: skyscrapercity

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: