Terremoto a Frosinone, 16 febbraio 2013: zona ad alta pericolosità sismica

23.43: Ecco l'analisi di Alessandro Amato (INGV):

«E' una zona ad al pericolosità sismica che stiamo studiando con attenzione, nella quale si trovano faglie attive note e nella quale sono avvenuti terremoti importanti nel passato. Le analisi sui fattori che hanno scatenato il terremoto di questa sera sono in corso. Quello che al momento si può dire, ha osservato Amato, è che i meccanismi presenti nell'area del frusinate sono analoghi a quelli dell'Appennino Laziale-abruzzese».

23.07: al momento non risultano danni di alcun genere. La scossa è stata sentita anche in Abruzzo: a Sulmona, ad Avezzano, a Popoli.

Un terremoto piuttosto violento ha scosso i muri delle case di Roma, questa sera alle dieci e un quarto. Ecco il flash dell'Istitutio di geofisica e vulcanologia:

Un terremoto di magnitudo 4.8 è avvenuto alle ore 22:16:09 italiane del giorno 16 febbraio 2013 (21:16:09 16/Feb/2013 – UTC) alla profondità di 10.7 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Monti Ernici-Simbruini.

Comuni entro 10 km dall’epicentro: Sora (FR), Isola del Liri (FR), Castelliri (FR), Broccostella (FR).

Non si segnalano feriti o danni, ma è ancora presto per tirare un sospiro di sollievo. Raccontateci nei commenti come avete avvertito la scossa e se avete notizie di danni a persone o cose!

in aggiornamento

  • shares
  • Mail