Formigoni: troppi i soldi destinati a Roma

"Se parte così, il federalismo fiscale parte male". Queste le parole di Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, in merito alla decisione del governo di stanziare nel decreto per il federalismo fiscale 500 milioni di euro a Roma. "Discuteremo di queste cose con le altri regioni - ha annunciato Formigoni -. La settimana prossima al tavolo Stato-Regioni chiederemo ragione al Governo di queste decisioni che non ci trovano d'accordo".

Secondo il governatore lombardo, i soldi destinati alla Capitale ogni anno per coprire deficit e spese sono troppi: "Questo regalo permanente a Roma, che ha un'amministrazione dissestata, viene elargito proprio nel momento in cui con il federalismo fiscale si vorrebbe far partire un meccanismo virtuoso di superamento della spesa storica e l'avvio dei costi standard: lo Stato trasferisce fondi quando ci sono spese fatte in maniera efficiente". Formigoni contesta anche lo stanziamento a fondo perduto per la sanità del Lazio: "Tutto questo configura un trasferimento di risorse per Roma, Lazio e Catania di fronte al quale gli altri comuni e regioni sollevano la testa per dire che non è accettabile andare su questa strada".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: