Tor Bella Monaca, aggressore chiede scusa al sindaco

Uno dei giovani aggressori di Tong Hong-shen, l'operaio tessile cinese picchiato a Tor Bella Monaca, si è recato in visita da Gianni Alemanno in compagnia dei genitori: "Siamo venuti qui per chiedere scusa a lei e alla città per quello che ha fatto nostro figlio - hanno detto prima di essere ricevuti dal sindaco - sappiamo che il cittadino cinese è in sala operatoria, ma vorremmo poterci scusare. Preghiamo perché ci voglia ricevere".

"La famiglia è venuta in lacrime - questo il commento di Alemanno al termine dell'incontro - ed è importante si rendano conto della gravità, tuttavia i giudici dovranno essere severi. I giovani vanno puniti in maniera esemplare. A Roma non c´è spazio per illegalità e intolleranza". Ieri Tong è stato operato per ridurre la frattura del setto nasale e tra qualche giorno tornerà a casa. In ospedale è arrivato anche il presidente del Senato, Renato Schifani, che ha avuto parole di condanna per l'aggressione sostenendo la necessità di "vigilare senza esagerare nell'enfatizzazione di questi episodi".

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: