Maltempo Roma: neve fuori porta e alluvione in città

Tuoni, fulmini e saette che si stanno abbattendo sulla capitale con la furia del maltempo, hanno poco in comune con gli elementi scatenati dall'annuncio del Papa di lasciare il pontificato, anche se il fulmine sulla cupola di San Pietro è quanto meno suggestivo, mentre chiudono una giornata iniziata con la neve nel Lazio, giunta fino alle porte di Roma, ma per fortuna incapace di attecchire oltre al casello autostradale di Roma-Nord.

L'ondata di maltempo causata dal ciclone mediterraneo, nel corso della giornata ha comunque causato ritardi e riduzioni dei voli all'Aeroporto di Fiumicino, diretti al nord d'Italia e d'Europa. I deboli rovesci previsti per la serata, si sono invece trasformati in pioggia a catinelle e chicchi di grandine grossa come ziguli, ma molto meno dolce, che con questa intensità non tarderà ad allagare la città e trasformare le buche in fosse delle Marianne pronte ad ingoiare il malcapitato di turno, il tutto con la colonna sonora della pioggia scrosciante, lampi che squarciano l'oscurità, e rombi di tuono che fanno vibrare qualsiasi di cosa. Paura!

Fulmine sulla cupola di San Pietro - maltempo Roma 11 febbraio 2013

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail