San Giacomo, chiuso il pronto soccorso

Il Pronto Soccorso dell'ospedale San Giacomo ha chiuso ufficialmente i battenti questa notte dopo circa 700 anni di attività. L'ultimo paziente visitato dai medici della struttura è stato un ragazzo romano di 22 anni. Il giovane è arrivato giunto in ospedale alle 23:55, per un giramento di testa durante la partitella a calcetto con gli amici. "Con questo ultimo paziente si chiude un pezzo importante della nostra storia ma direi anche di quella di Roma - ha detto il primario del Pronto Soccorso, Beniamino Susi - stiamo elaborando un lutto doloroso".

Per impedire la chiusura dell'intero ospedale, prevista per il 31 di ottobre, si è mobilitato ieri l'avvocato Carlo Taormina: "Occorre accertare - ha detto l'ex onorevole di Forza Italia - quali siano le reali ragioni di questa folle corsa all'eliminazione di una realtà che è ai vertici delle strutture ospedaliere, e che giornalmente è a disposizione di circa 500mila persone". Il sindacato Fials ha intanto annunciato il ricorso al Tar per sospendere la chiusura.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: